Lingue parlate: Inglese, Spagnolo, Russo, Polacco, Ucraino

Chiamaci  (+39) 085 9490781

Itinerari e escursioni d'Abruzzo

 

La Regione Verde d'Europa, immersa tra i suoi tre parchi nazionali, un parco regionale e venticinque riserve naturali. Divisa a metà tra i monti dell'Appennino e il mare Adriatico, riassume in sé tutti i sapori del mare e della montagna da offrire gentilmente ai suoi turisti.

Regione dalla chiara identità storica plurimillenaria, con i suoi borghi adottati a livello internazionale, per il pregio e la coscienza della ricchezza di questo patrimonio capace di conservare i propri tratti originari.

Coloro che scelgono di trascorrere le proprie vacanze in Abruzzo scelgono 133 chilometri di costa, da scoprire in bicicletta, grazie ai ponti ciclabili che collegano un paese all'altro, passando da arenili dorati che degradano dolcemente alle fresche pinete. Scogliere da scoprire nei porti assolati di giorno e romantici di sera mangiando sui caliscendi del buon pesce fresco.

E proprio la cultura ambientalista e naturalista della regione Abruzzo ha prodotto nel tempo l'istituzione di nuovi Parchi Nazionali dal celebre "Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise", tra oasi, riserve naturalistiche, boschi, laghi naturali, fiumi, montagne, altopiani, rarità floreali e faunistiche che la Regione Abruzzo intende proteggere e consolidare.

Il Parco Nazionale d'Abruzzo con le sue escursioni  nasce da una antica riserva reale di caccia, 40.000 ettari di superficie, circondato da una zona di protezione. Oltre all'Abruzzo interessa anche il Lazio ed il Molise, da cui la dizione di Nazionale. Un paesaggio suggestivo che si aggiunge alla florida varietà faunistica.
Le passeggiate nella natura nel Parco contano almeno 150 itinerari da un'ora, acquistabili presso gli uffici del Parco.

Mosaico di cultura e natura è certamente rappresentato dal Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga tra Abruzzo, Lazio e Marche. Offrono scorci interessanti per gli avventurosi amanti dell'alpinismo, dal Corno Grande alla Laga, i monti gemelli.

Mentre nel cuore d'Abruzzo sorge il selvatico Parco Nazionale della Majella, che apre le proprie porte ai maggiori centri urbani attraverso un'iniziativa chiamata "Parco in Treno". Scendendo dal treno si avranno esperienze di tutti i gusti ed esigenze. Passeggiate equestri, strade del ghiaccio, percorsi ciclabili e pedonali.

Altrettanto amato è il Parco del Sirente-Velino, il quale presenta un territorio selvaggio e diverso da tutti gli altri parchi, numerose le zone di natura calcarea. Vi troverete di fronte ad affascinanti grotte ricche di concrezioni calcaree, di stalagmiti e stalattiti. Di particolare interesse naturalistico sono le gole di Celano, lungo e stupendo canyon, i piani di pezza, i prati del Sirente, la foresta dell'Anatella, la valle di Majelama e Campo Felice.

Inoltre il litorale abruzzese si collega agevolmente con le città dell'interno, ricche del suggestivo patrimonio di monumenti religiosi medioevali: chiese, abbazie, cattedrali, conventi, pievi, romitaggi. Il tutto confezionato nella splendida collocazione ambientale.

Ben cinquecento castelli, e altrettante fortezze negli antichi borghi, l'Abruzzo conta innumerevoli torri, castelli, borghi murati, recinti di difesa immersi in ambienti sempre verdi.

In questi luoghi come Civitella del Tronto e la sua Fortezza Spagnola, dove potrete assaporare cibi ricchi durante le sagre e prender parte alle tradizioni popolari durante le feste estive, ammirando le chiese del 200 di San Francesco e i palazzi rinascimentali.

Come non citare la Castelli famosa nel mondo per la sua produzione di ceramiche che risale al 1400. Le sue preziose ceramiche possono addirittura essere ammirate in musei internazionali come il Victoria & Albert Museum e il British Museum di Londra, l'Ermitage di San Pietroburgo ed il Metropolitan di New York. Potrete visitare il Museo della Ceramica, l'Istituto d'Arte, la Chiesa rupestre di San Donato che con il suo soffitto in maiolica del 1500 fu definita da Carlo Levi "La Sistina della maiolica", e poi l'immersione nelle innumerevoli botteghe artigianali.

Ancora spiritualità con il Santuario di San Gabriele, dedicato al Santo Patrono d'Abruzzo, che si trova ai piedi del Gran Sasso in un suggestivo scenario e accoglie ogni anno milioni di pellegrini. E' testimonianza dei moderni stili di architettura sacra, dove è possibile visitare anche l'antico santuario.

Luoghi simili li troverete nella ancor più vicina Giulianova, collegata dalla spiaggia al paese attraverso la scalinata del Monte Grappa, dove in passato le donne lavavano le lenzuola nelle acque gelide della fonte. Al centro della panoramica piazza Belvedere trionfa la statua di Vittorio Emanuele, il quale si fermò nella città una notte durante il suo viaggio verso Teano per lo storico incontro con Garibaldi. Sempre a Giulianova Alta c'è anche il Santuario della Madonna dello Splendore dalla cui fonte scorre sempre l'acqua benedetta. La storia narra infatti che la chiesa fu costruita dopo che la Madonna apparve per ben tre volte ad un popolano di nome Bertolino.

Spiagge, mari e monti, pluralità di gusti, sapori ricchi, sport avventurosi, ma anche riposo e spiritualità, tutto questo e di più è quello che troverete in Abruzzo, una regione completamente votata al turismo.